elisabetta innocenti e giovanni martinelli

racconti sugli scoglI

Collana Parole in Libertà tra Continuità e Innovazione

I luoghi scelti, dai nostri due scrittori, come ambiente collaterale gli animaletti, parlanti e antropizzati, sono locations site nel Mar Tirreno, proprio dinnanzi alla Toscana, dove il mare lambisce coste frastagliate che calano a picco sull’acqua, interrotte da spiagge vaste, con arenili di finissima rena, mentre nel cielo, terso o nuvoloso che sia, volano i gabbiani e le berte. In tal senso, gli animaletti, dai nomi curiosi e simpatici, sono: il gabbiano Spazzavento, Sassolino, il pesce piccolino che si crede un delfino, i tre pesci Ondina, Burlamacco e Mandè, assieme al gronco orbo, la balena e il delfino Guizzo, la tartaruga Ciambella, l’orata Dolly, le tre mante Otto, Vu e Zeta e, infine, lo Scoglio e il Vento. Tutti elementi animati che si muovono e, saggiamente, interferiscono in situazioni eleganti, accattivanti, estremamente comunicative per lettori grandi e piccoli. I nove racconti, pur nella loro differenza tematica, sono legati dal medesimo fil rouge e si snodano secondo una semiosi atta all’insegnamento di grammatica e sintassi, senza annoiare ma piuttosto mirante a divertire, per leggerezza, con finalità ultima sociale, morale ed etica.

MARTIN PALMADESSA

TSUNAMI

Collana Il Volo della Fenice

Quella di Palmadessa è indubbiamente una poesia ribelle, graffiante che non si piega a questo mondo assurdo e, anzi, non si spezza e neppure si piega, proprio perché la parola poetica gli viene fuori, anzi gli esplode appunto – come recita il titolo – come uno tsunami, come un terremoto dell’anima, un maremoto della vita interiore. Una esplosione e un terremoto-maremoto che, tuttavia, non intendono fare del male a nessuno ma che sono soltanto la cura e la medicina con cui l’io poetico narrante sana le proprie ferite, il proprio senso di impotenza e il risentimento verso il mondo che sembra non volerlo comprendere e, pertanto, il rasserenamento dell’animo non può che avvenire se non con quell’esplosione, con quel buttare fuori dal proprio sé e in maniera eclatante, esplosiva, appunto, tutto quello che dentro gli rugge, direbbe Foscolo, perché il suo è uno spirto guerrierSalvatore La Moglie

FABIO MAZZA

UN BREVE LUNGHISSIMO VIAGGIO

Collana Parole in Libertà tra Continuità e Innovazione

Il protagonista della narrazione è “Goffredo”, un giovane ricco di ideali nei confronti dell’Indipendenza e dell’Unità d’Italia, che decide di partecipare all’impresa voluta dall’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi, meglio conosciuta come “Spedizione dei Mille”, al fine di vedere la propria patria unita, anche se non del tutto, poiché mancante dell’est del Veneto. Tutto ciò diviene inizio di un lungo viaggio che caratterizzerà il passaggio di vita da giovane ad uomo, poiché un’azione di guerra, volta a riportare giustizia e valori di libertà, diviene propedeutica, anche se cruenta. In tal senso, l’autore ben sa creare il climax letterario del viaggio, attingendo al reale storico, in cui molti giovani italiani persero la vita per la propria patria, tra cui lo stesso amico di Goffredo, conosciuto fin dall’infanzia, dal nome Giovanni. “Un breve lunghissimo viaggio” indicherà la via giusta quale giudizio nei confronti dell’attualità, oltreché essere necessario culturalmente come momento pedagogico per l’umanità, e potrà anche aiutarci a cambiare, psicologicamente e umanamente, nei confronti dell’Essere Supremo e della Fratellanza Universale poiché, come dice Monod, Premio Nobel per la medicina nel 1965, il mondo è nato per “il caso e la necessità”, tramite tanta bellezza, che comporta anche molti rischi, e per chi seguita a non comprendere, sarà solo un cruento potere a condurre al nulla la vita del pianeta.

AutorE in Evidenza

“Petali di rosa” di Tommaso Boncompagni

Elena è una ragazza che vive in un paesino di campagna tra le colline toscane.
Poca tecnologia, molto contatto con le persone. Tra le sue passioni c’è quella di salire in sella al suo roboante e polveroso motorino per le escursioni tra i sentieri incontaminati della campagna collinare Valdarnese. Per una serie di coincidenze, incontra Davide, un ragazzo semplice con una grande voglia di sorridere alla vita. Nasce una sincera storia d’amore.
L’altruismo di Elena e di sua sorella Milena, unitamente alla grande volontà del padre Tiziano, proietta la famiglia Cassini in un progetto ambizioso e sociale di enorme valore motivazionale.
La vita ricorda però che non tutto va secondo i piani e spesso le persone devono misurarsi con prove emotive importanti.

Libri Pubblicati

Poesia

in pubblicazione

Ultime Edizioni

“In punta di piedi”

come aironi cenerini lasciamo impronte di barre e cuori nel bianco silenzio… nel tardo blu le stelle sono alte nel cielo e basse nel mare e i sogni sono grilli dagli occhi tondi… è un incontro tra Nadia Merica Formentini, grafica e Matteo Ciucci, poeta, in uno scambio di parole e immagini, nacque un libro d’Artista…

“Quasi tarsie”

Con il tranciato, legno sottile, provo a fare tarsie senza colla. Chiudo nel pugno piccoli listelli, poi li lascio cadere casualmente sul foglio bianco e quelli si adagiano creando disegni… e poiché sono in Laguna a Venezia associo le formazioni che mi si presentano a pali in colonna, “briccole, dame, altane”, pontili, staccionate, e persiane di antiche case. Passo la partita ad Adriana e lei, nel gioco di togliere e aggiungere, libera nuove figure e con le parole dà vita ad altre illusioni, ad altre libertà: c’era una volta – più in alto delle farfalle – un aquilone –in basso una panchina vicina – al fienile. Una storia, tante storie per far vivere sottili bastoncini di legno.

“Quali colombe dal disio chiamate. Le similitudini dantesche nella Commedia – Inferno”

Si sentiva, nell’àmbito degli studi danteschi, la necessità di una ricerca sistematica aggiornata inerente alla figura retorica più utilizzata dal poeta all’interno della sua cantica infernale… I criteri del procedimento, attuati da Letizia Piochi, si basano sulla spiegazione della collocazione di ogni similitudine nel testo del canto e nel contesto di riferimento, poiché, come giustamente si nota, questi elementi offrono indicazioni preziose per comprendere la funzionalità dei paragoni attuati.

{
La grandezza dell’uomo è di essere un ponte e non uno scopo.

– Friedrich Nietzsche

Prossime Uscite

MAGGIO, 2022

N.17 della COLLANA “IL VOLO DELLA FENICE”

"Tsunami" di Martin Palmadessa

Due vite diverse, che della bella Romagna posseggono tutto il sapore e l’afrore, anche se sappiamo che il poeta ha fatto esperienze anche all’estero. Due vite, dunque, dove mente e cuore troveranno il loro equilibrio, anche se lo “tsunami” esistenziale soffia fortemente, causando sconvolgimenti emotivi e, allo stesso tempo, una personalità plurisensibile. In tal senso, lo “tsunami” diviene sale di poesia, come accade a questa raccolta di Martin Palmadessa, ricca di ossimori, di analogie, di metafore e di amore, dove le parole sono simili a pennellate di colori, ma anche contenenti valori morali e civili.

Prossime Uscite

MAGGIO, 2022

N.2 della COLLANA “ARTē”

"Buntstift 2012-2015" di Andreas Campostellato

Andreas Campostellato approda, attraverso regole rigide, all’arte informale e astratta, quale sintesi della bellezza contestuale, d’azione, di cuore, di mente. I colori, atti a definire la bellezza, in modo astratto, adombrano un’aura di mistero, suscitando emozioni nel fruitore. Ma Andreas, conosce bene il disegno, nelle sue varie forme, come si può apprezzare sia nella mostra in essere che nella piccola raccolta dal titolo: “Buntstift 2012 – 1015”, pubblicata in Italia presso la casa editrice “Setteponti” di Enrico Taddei, per ri-offrire anche ad un pubblico italiano la grande arte dell’artista europeo, del quale c’è da dire che prorompendo da una personalità forte, dal suo divenire e dal suo consistere, riesce a realizzare una conoscenza capace di andare “Oltre” la forma, fino a condurci ad una raggiunta visione universale e trascendentale. In tal senso, l’arte di Andrea sa prendere per mano il fruitore per condurlo oltre la soglia del terreno, del tangibile, del tattile, del visibile, aprendo le porte di un mondo altro e parallelo, dove sono avvertibili valori alti e come dice lo stesso artista: «Questi sono i miei mezzi e le mie vie per formare il nostro essere».

Da Casa Editrice Setteponti

Recensioni

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Contattaci ora

Per richieste di informazioni sui nostri prodotti

Indirizzo

Via Soffena 61 – 52026 Castelfranco Piandiscò (Arezzo)

Indirizzo Email

edizionisetteponti@gmail.com

Telefono

+39 340.1201175

Privacy

COLLANA DI TEATRO “IL COTURNO” DIRETTA DA MASSIMO SERIACOPI

COLLANA DI POESIA E NARRATIVA “MOVIMENTO ITALIA POESIA CHIAMA… CORRISPONDENZE LETTERARIE DAL MONDO” A CURA DI LIA BRONZI ED ENRICO TADDEI

0